23 marzo

Chi nasce il 23 marzo, sarà accompagnato dall’energia del numero 5 la cui parola chiave è il cambiamento.

Le persone nate il giorno 5 o in un giorno la cui somma è 5 sono essenzialmente dei viaggiatori, degli esploratori.

Amano sperimentare con tutti e 5 i sensi, sono attratti da tutto che è nuovo e diverso. Per questo è sconsigliato un lavoro di routine ma sarebbe ottimale un lavoro dinamico e a contatto con molte persone.

Questo simbolo copre i nati tra il 21 marzo e il 19 aprile. Ti consente di essere attento, ambizioso e concentrato.

Il pianeta Marte esercita molta influenza sulla tua vita. In quanto tale, le tue capacità oratorie sono sorprendenti. Puoi usare la tua eloquenza per coinvolgere i tuoi conoscenti nell’evoluzione della loro società.

Il fuoco è l’elemento cardine della tua vita. Questo elemento governa la tua natura ambiziosa. Ti dà la passione per seguire i tuoi sogni.

Chi nasce il 23 marzo

A differenza del numero 4 l’energia del 5 è più veloce che non teme il cambiamento.

Gli archetipi correlati al 5 sono il Cercatore ed il Girovago. Il cercatore è volto a viaggiare per ricercare un qualcosa di preciso per la sua evoluzione, mentre nel lato buio il Girovago vaga senza una meta precisa.

Chi nasce in un giorno dall’energia 5 difenderà a spada tratta la sua libertà e si sentirà soffocare in legami troppo stretti e abitudini troppo serrate.

Chi è nato/ a in questo giorno, ha paura di deludere il suo partner. Tuttavia, il tempo e le relazioni di fiducia trasformano l’Ariete nato il 23 marzo in partner premuroso, affettuoso e allo stesso tempo ardente.

Il 23 marzo è il giorno della curiosità. Gli individui nati il ​​23 marzo sembrano essere curiosi sotto ogni aspetto, ma le loro indagini si riducono solitamente agli eventi, pensieri, sentimenti e idee dell’esistenza più essenziali.

Deve fare attenzione a no disperdere le sue energie in troppe attività senza poi portarle a termine.

Il colore che lo caratterizza è l’azzurro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *